SLIDENEWS

LA TRASFORMAZIONE DIGITALE DELLE PMI: COME CAMBIA LA CULTURA AZIENDALE

Una recente ricerca di TAG Innovation School, la scuola dell’innovazione di Talent Garden, svolta in collaborazione con Cisco Italia e Intesa Sanpaolo su un campione di 550 aziende, ha portato alla luce elementi molto interessanti sul processo di digitalizzazione a cui sono chiamate le Piccole e Medie Imprese nostrane.

Emerge in primis come la Digital Trasformation non possa declinarsi esclusivamente nell’aspetto tecnologico (comunque ancora un punto critico per il 35% delle PMI coinvolte) ma debba necessariamente essere accompagnata da un cambio della cultura aziendale nella direzione della collaborazione e dell’innovazione (65% delle PMI). Solo così, infatti, i risultati auspicati di competitività, vantaggio sui concorrenti, aumento di produttività, grazie ad automazione e servizi in cloud (74%), e riduzione dei costi (80%) sono pienamente raggiungibili.

digital transformation

Le attività prioritarie, in ambito digitale, in cui si vedranno maggiormente impegnate le PMI nei prossimi 3 anni saranno sicuramente la valutazione di nuove strategie di business (48%), l’adozione di sistemi di Business Intelligence (42%), un migliore utilizzo dei Big Data (39%), la creazione di partnership con startup che abbiano un approccio “fresco” e innovativo (39%) e lo sviluppo di canali di eCommerce per ampliare il proprio business (37%).

Di conseguenza, le figure professionali più ricercate saranno Specialisti di Marketing Digitale (60%), Specialisti in Data Analysis (50%), Consulenti per la digitalizzazione (32%) e Sviluppatori di soluzioni mobile (31%).

Merita una citazione a parte il capitolo Cybersecurity che, nonostante non risulti al top nella classifica delle priorità dichiarate dalle PMI (21%), resta costantemente un aspetto di fondamentale importanza a cui dedicare sforzi sia in termini di prevenzione sia in termini di protezione.


FONTI
www.digital4.biz
Comunicato stampa Intesa Sanpaolo