SLIDENEWS

GARTNER BUSINESS INTELLIGENCE E ANALYTICS MAGIC QUADRANT 2017

I nomi nel quadrante dei Leaders sono sempre i soliti tre: Qlik, Tableau e Microsoft.
Ma quanti cambiamenti nel Magic Quadrant di quest’anno!

Gartner MQ BIA 2017

Microsoft con Power BI sbanca letteralmente la concorrenza, guadagnandosi la posizione di punta assoluta in termini di Completezza di visione, ossia comprensione del mercato, pianificazione di strategie vincenti e modello di business migliore.

Sull’asse dell’Abilità di esecuzione, invece, basato su criteri quali prezzi, marketing, dinamicità e operations, la posizione più avanzata è sostanzialmente condivisa tra Microsoft e Tableau, con quest’ultimo di un soffio più avanti grazie alla storia e all’esperienza di cui può godere.

Per quanto riguarda i quadranti dei player di nicchia e dei cosiddetti visionari, troviamo un affollamento abbastanza denso di aziende dalle dimensioni minori, dal focus molto specializzato o con ancora poca capacità di acquisire rilevanti quote di mercato. Tra queste realtà spiccano comunque anche nomi importanti quali Oracle, tornato nel Magic Quadrant dopo un periodo di assenza, SAP, IBM e Salesforce.

Proprio Salesforce, protagonista del cambiamento maggiore rispetto al 2016, ci offre l’aggancio giusto per introdurre un breve confronto con il Magic Quadrant dello scorso anno in cui l’azienda statunitense leader nelle soluzioni CRM si trovava nel quadrante dei player di nicchia: un notevole balzo in avanti nella completezza di visione che aumenta le possibilità di un futuro avvicinamento al quadrante dei leaders.

confronto Gartner MQ BIA 2016vs2017

Qlik, invece, unica tra i player di punta, vive una leggera retrocessione verso il centro di intersezione dei quadranti, forse a causa della varietà di soluzioni che offre (Qlik Sense for Self-Service and guided Analytics, Qlik Sens Cloud e Qlik Analytics Platform).

Per quanto riguarda SAP, continua a posizionarsi sostanzialmente sulle stesse coordinate nel riquadro dei visionari, risultando da quest’anno il più avanzato per abilità di esecuzione.

Come anticipato in apertura, infine, un miglioramento davvero consistente vede protagonisti Microsoft e Tableau che, pur trovandosi da anni tra i leaders, in quest’ultimo Magic Quadrant avanzano verticalmente nell’abilità di esecuzione e orizzontalmente nella completezza di visione.
Microsoft, in particolare, riceve il giusto riconoscimento per lo sviluppo dinamico, rapido e costante di Power BI e per la capacità dimostrata di offrire strumenti e tecnologie in grado di spostare l’approccio alla Business Intelligence nella direzione del self-service con conseguente abbattimento di costi, tempi e dimensioni dei progetti BI.