DDS: simulazione di risparmio

La spedizione dei documenti via posta elettronica permette all’azienda un risparmio che può essere stimato in 1 € a fattura, considerando i costi sostenuti per carta, busta, francobollo, tempo impiegato dagli addetti.

Inoltre, l’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano stima che l’azienda che ricorre alla conservazione sostitutiva dei documenti possa avere un risparmio in media di 2 € a fattura attiva.

Il risparmio che può ottenere un’azienda è indicato a titolo di esempio nella tabella di seguito:

N° fatture gestite/anno     Risparmio su spedizione     Risparmio su conservazione     Risparmio totale/anno    
1.000
1.000 €
2.000 € 3.000 €
5.000 5.000 €
10.000 € 15.000 €
10.000 10.000 €
20.000 €
30.000 €
15.000 15.000 €
30.000 € 45.000 €

 

L’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano nell'ultimo anno ha registrato in Italia un incremento del 35% delle aziende che attuano la conservazione sostitutiva di fatture attive e passive. In più, oltre 90.000 imprese portano già in conservazione sostitutiva libri e registri contabili.

Da ultimo, l’adozione di queste misure permette di vantare un approccio “green” al business: riducendo l’utilizzo della carta, infatti, si riescono ad abbattere meno alberi e si diminuisce l’emissione di CO2.